Pitch: la presentazione di successo per la tua campagna di equity crowdfunding

Si chiama pitch e puoi considerarlo il punto d’inizio per quella grande sfida che è la raccolta di fondi per la tua campagna di equity crowdfunding.

Viviamo nella realtà delle startup e delle PMI e ogni giorno sentiamo di una possibile idea rivoluzionaria che potrebbe cambiare la nostra quotidianità.

Ogni tanto questi progetti riescono a trasformarsi in realtà e a migliorare la vita di ognuno di noi. Altre volte invece finiscono semplicemente nel dimenticatoio, molto probabilmente perché gli ideatori non sono riusciti ad accumulare il denaro necessario per lanciare la loro idea di business.

Per le PMI spesso dare vita a una campagna di equity crowdfunding vincente che convinca le persone a investire i loro soldi sul loro progetto è una sfida alquanto difficile. Ma è un passo fondamentale che si deve affrontare quando si decide di lanciare un nuovo prodotto o una nuova idea di business.

Oggi però ho una bella notizia da darti.

In questo articolo ti spiegherò la formula del pitch vincente e potrai scaricare una serie di slide che ho preparato per te e che ti saranno molto utili nel tuo pitch deck iniziale.

Ma ora seguimi e andiamo a scoprire insieme tutto quello che c’è da sapere sul pitch e come crearne uno che ti garantisca il successo.

Cosa è il pitch?

Nel momento in cui un investitore decide di voler puntare in un nuovo progetto tramite l’utilizzo di internet, il luogo dove può trovare tutte le informazioni utili e indispensabili sono i portali on-line.

Questi portali sono delle piattaforme, vigilate dalla Consob, che permettono la raccolta di fondi in maniera facile e veloce.

Le informazioni relative a un nuovo progetto o a una nuova idea di business vengono raccolte in determinate schede, le quali possono essere presentate con l’utilizzo di immagini, video o pitch.

Il pitch non è altro che un documento in slide che l’imprenditore in cerca di un finanziamento prepara come proprio biglietto da visita per presentarsi ai potenziali investitori.

Con l’utilizzo di questa presentazione viene descritta l’azienda, l’idea di business, i piani di investimento e le persone che compongono il team di lavoro.

Uno strumento che risulta molto importante perché la decisione se investire o meno nel nostro progetto è condizionata soprattutto dall’impatto emotivo che la presentazione dell’idea ha sugli investitori.

Per questo motivo un pitch creato nel migliore dei modi può influire in maniera sostanziale sul futuro del progetto.

Come creare un pitch di successo

equity crowdfunding

Sono dell’idea che la modalità di incontro di lavoro faccia a faccia non sia più l’unica con cui viene valutato un progetto.

Il nuovo che avanza è il pitch.

Una presentazione avvincente e interessante è senza dubbio un ottimo metodo per catturare l’interesse dei possibili finanziatori.

Uno dei fattori più importanti durante la creazione di una campagna di equity crowdfunding è l’utilizzo delle informazioni.

Per esperienza posso assicurarti che l’inclusione di tante informazioni non porta ad alcun risultato, anzi, può rivelarsi soltanto controproducente.

Per questo è importante saper individuare e inserire solo le informazioni di rilievo che possono generare l’interesse del tuo potenziale investitore.

L’ideale sarebbe preparare un determinato numero di domande ma senza per forza rispondere a tutte, lasciando aperta la curiosità in modo da aumentare il suo interesse per il tuo progetto.

Ma come si fa a creare un pitch di successo e riuscire ad agganciare l’attenzione dei tuoi potenziali investitori?

Ecco 3 suggerimenti preziosi:

    1. Ottieni informazioni introduttive. Quando un investitore entra su un portale e legge le informazioni di un progetto, quello che vuole scoprire sono le potenzialità, non ottenere un accordo con il fondatore.
      Devi assolutamente assicurarti che con il tuo pitch cerchi e chieda informazioni ai potenziali investitori.
      Devi ottenerle soprattutto da persone con un’importante reputazione professionale, perché i referral di qualità sono ciò che di meglio c’è per catturare l’attenzione dei grandi investitori attivi.
    1. Più storia, meno informazioni: I numeri sono numeri. Freddi e senza emozione, non danno niente a chi li legge.
      L’impatto emotivo è fondamentale per convincere un investitore che la tua idea valga i suoi soldi. È importante che il tuo pitch non sia una raccolta di dati fine a se stessa.
      Devi raccontare la tua storia, attirare e coinvolgere l’investitore. Si deve sentire parte della tua realtà e solo così non avrà dubbi a investire su di te.

      Questo fa la differenza tra un un buon pitch e un ottimo pitch.
  1. Chiedi il denaro. Ormai sei qui, stai lanciando un nuovo prodotto o una nuova idea sul mercato e affinché questa possa avere un futuro, hai calcolato che ti serve una determinata quantità di denaro.
    Stai creando la raccolta fondi proprio per questo motivo, ricevere soldi. Non commettere l’errore che fanno molti altri imprenditori.
    Durante la campagna raccolgono l’entusiasmo, descrivono nel migliore dei modi la propria storia, le caratteristiche dell’idea, i numeri e la strategia. Quando alla fine arriva il momento di chiedere la quantità di denaro necessaria diventano timidi, perdono tutte le loro certezze e finiscono per non ricevere neanche un euro.
    Quindi non essere timoroso. Una volta che avrai raccontato la tua storia e mostrato la tua idea di business chiedi in maniera chiara e sicura l’ammontare di denaro di cui hai bisogno. Per concludere cerca di essere pronto a descrivere in maniera concisa come utilizzerai i fondi e dove pensi che questo utilizzo potrà portare il tuo progetto.

Le domande alle quale un pitch di successo deve rispondere

presentazione crowdfundingPer essere sicuro di aver creato un’ottima presentazione, la prova del nove sono 4 semplici domande.

Solo se il tuo pitch risponde in maniera chiara a questi quesiti puoi stare sicuro di aver compiuto un buon lavoro.

Scopriamo quali sono queste 4 fatidiche domande:

  • Che vantaggi offre il mio nuovo progetto?
  • Quale sarà il modo che utilizzerò per offrire questi vantaggi?
  • A quanto ammonterà il progresso?
  • Quanto tempo sarà necessario per concretizzarlo?

Le slide

Come ti ho già accennato nell’introduzione di questo articolo, ho creato 11 slide per aiutarti a realizzare il miglior pitch possibile.

Ogni imprenditore che vuole creare un pitch di successo dovrebbe cercare di includere queste undici slide nella sua presentazione.

In ogni slide ti spiego per bene le informazioni che devi inserire e quelle che devi assolutamente evitare.

>> CLICCA QUA E SCARICA LE SLIDE <<

Conclusioni

Abbiamo visto insieme come l’emotività sia un fattore determinante per un possibile investitore. Il modo migliore per attirarlo a investire i suoi soldi sulla tua idea è quello di convincerlo che la tua storia sia qualcosa nella quale anche lui si possa riconoscere.

Il pitch è lo strumento migliore che hai a disposizione per superare questo difficile ostacolo che è la raccolta fondi.

Ora non ti resta altro da fare che seguire i consigli che ti ho dato e dare vita alla tua personale presentazione: adesso hai davvero tutto quello che ti serve per creare un pitch di successo!

Vuoi iniziare anche tu la tua avventura con il crowdfunding?

Clicca qua se sei un investitore.

Clicca qua se sei una startup o una PMI